Autore archivio: altairinvolo

IL CUOCO VERO ASSAGGIA SEMPRE QUELLO CHE CUCINA

tumblr_nsx45eFMP01s9lv8qo1_500 non so essere un ‘moderato’ io mi definisco ( come diceva Sturzo ) un ‘temperato’, mi scaldo e mi accaloro in base alle opportunità ed evenienze e so essere della temperatura giusta di conseguenza.

Ho imparato che non sei nulla se non sai andare in fondo alle cose, se  non sai cosa vuol dire essere determinato, nulla merita chi rimane sul vago, comprendo quando il sommo poeta  condanna gli ignavi a quella contrappositiva condanna eterna che corrano finalmente, e chi non sa rendere sè stesso reale, e non lotta per realizzare i propri sogni, chi si strugge o fa struggere inutilmente (a meno che non sia un modo per non ferire alcuno ) è un uomo/donna di merda che non sa vivere …

se decidi di cuocere una pietanza poi la devi mangiare … punto ,,, senza se e senza ma !!!

e non esistono cattivi violini … solo cattivi violinisti, come diceva mio padre

SCRIVI …

10168116_336460249838122_1799222399504696778_n

non basta saper di sole e vento
qualche volta anche di fango e spuma di mare
di spighe di grano masticate

occorre saper di cuore
occorre trasmetterlo nella voce
e incatenare con gli occhi

.. non pensare che solo questo basti
che il senso di Te si limiti al dare quel che sembra
i sensi avvertono e la mente non dorme

FAVOLE E NON

 

lupo-moto

ho avuto poche certezze dalle favole classiche tranne una: che mi annoiavano terribilmente e troppo tardi ho capito l’inutilità di queste e me ne sono vendicato stravolgendole ( solo con pinocchio non me la sono sentita, lì c’è già tutto quello che mi riproponevo ) quando è toccato a me raccontarle … ho cercato di farle diverse miscelandole ed interagendo con gli ascoltatori che mi sono ritrovato di volta in volta nel mio ruolo di padre e con i miei figli, rispettandone l’età e l’immaginario, mentre narravo ne facevamo di nuove, diverse e sempre godibili, e poi il repertorio diventa vastissimo, suggerimento questo validissimo per chi ha menti pigre, i miei bimbi ( ex)  li ho sempre invitati a ragionarci sù con leggerezza … e ( ad esempio ) quando i tre porcellini scappavano con Biancaneve o che so … Cenerentola arrivava all’isola che non c’è e si innamorava di Capitan Uncino, sempre era perchè i miei ( allora ) bimbi avevano creato questa sceneggiatura … mai sono intervenuto  a dare io le idee della narrazione, a parte darne la morale, adattata ai tempi in cui viviamo, altrimenti, senza morale,  che favola era ?

Qui sopra, chi mi legge, mi auguro, è in genere un pubblico di adulti e quindi  per farmi comprendere meglio, ( sempre per portare esempi calzanti ) cercavo di infondere un senso al nuovo modo di fare coppia , pensate a quante scappano qui sopra con questi novelli porcellini o creano un senso di famiglia allargata o quante volte troviamo esempi di opposti che si attraggono e riescono lo stesso ad avere un lieto fine, non so se il mio intento pedagogico sia riuscito, ma a giudicare dai risultati e dagli uomini che sono diventati direi di sì.

E l’immagine che ho trovato e che ripropongo sopra  ne da un’idea perfetta …

LA MIA VOGLIA DI TE

 

tumblr_m7u660X18z1r8i30jo1_500

 

LA MIA VOGLIA DI TE

la mia voglia di Te
è come lama che affetta la notte
come labbra che sussurrano
come ciglia e occhi che mormorano
come corpi che bisbigliano

la mia voglia di Te
è quiete di tempesta
marea che sale
fuoco d’artificio che esplode

la mia voglia di Te
sta nelle risa che ti accompagnano
nelle domande che poni
nella voglia che dai
nel desiderio che esprimi

la mia voglia di Te
è viva e si esalta nel pensiero
che si concretizza
a mano a mano che Ti riveli per come sei

VUOTI A RENDERE

 

magazzino

sono cresciuto nella cultura del rifiuto, del riciclo, sono quindi ben cosciente di essere un vuoto a rendere

grazie agli scarti, dei dischi del jukebox del bar di mia zia, ho avuto la musica che più amo, quella che nessuno ascoltava, dentro ad un mangiadischi portatile, ho avuto la fortuna di sentire la mia colonna sonora, quella che mi accompagna nel film della vita nella mia immaginazione..

nella vecchia cartiera dove passavo giornate per aspettare papà che accumulava cartone, ho trovato i libri che più mi hanno saputo travolgere, quei libri abbandonati a volte maledetti e che non dovevano esistere, destinati al macero, che avrei voluto salvare in toto e che vedevo distruggere, libri che nessuno voleva tenere in casa e che sono stati la mia fortuna nell’uomo che so di essere.

grazie alla mania di mio padre, di essere un accumulatore seriale, ho vissuto l’infanzia e l’adolescenza, prima dentro  piccoli garage e poi in magazzini pieni di tesori, che mi hanno dato la dimensione del tempo e della mia voglia di esserci.

sono stato fortunato anche in questo e davvero spesso ringrazio i miei genitori, loro neppure sapevano delle  possibilità che mi hanno dato, pensavano le trovassi al liceo. ma le curiosità che hanno saputo suscitare sono partiti tutti da quella bramosia di possesso che io invece tramutavo in bramosia di sapere.

ora devo solo de-culturarmi un po’ e poi ho davvero raggiunto l’apice di quello che voglio essere per  mio futuro

grazie papà e grazie mamma nel vostro egoismo inconsapevole, mi avete insegnato l’estrema generosità .

IO ODIO

c4ca4238a0b923820dcc509a6f75849b9

Io non sono iracondo, ho una capacità enorme di concentrazione e di studio ma quando mi scappano i cavalli so odiare, come so amare, in maniera totalizzante, so odiare di un odio che a tratti prende forma in maniera quasi tangibile

un odio che non scatena ire irrefrenabili, ma diventa lucido e calcolatore e creativo, raramente divento determinato come quando odio

come l’amore l’odio si trasforma e diventa altro, non dura in eterno e non sempre si rivela distruttivo, quello che importa è averne la consapevolezza e io lo so di saper odiare in maniera quasi creativa.

Odio chi con intelligenza commette sorprusi, chi approfitta della sua posizione per trarre vantaggi personali ed umilia, chi non sa stare al suo posto e offende e calpesta sentimenti, chi è talmente cretino da non accorgersi di essere fortunato, chi non sa leggere e chi mette sempre la propria ragione davanti agli altri, odio l’ignavia, l’arrendevolezza. odio l’incapacità di sapersi elevare, chi si accontenta, chi si arrende, chi si giustifica con la passività …

Odio tutto questo perchè ritengo che sia la base della stabilità certa, dello status quo, del ‘quieta non movere’, del compromesso, del facciamoci du spaghi e se metemo d’accordo,  che vieta ad ognuno di imparare a volare e ODIO  chi si fa giudice senza averne requisiti e capacità, e si chiude in una astrusa verità e cerca conferme che arrivano sempre da chi è più cretino e simile, odio il pensiero di massa e non mi riconosco nei cervelli portati all’ammasso.

Odio me stesso quando non riesco a vincermi e cado in quanto scritto sopra e divento intransigente e come sono lo sono con me stesso lo divento con gli altri

TIPE DA PROFILO DI LIBERO

2 di picchesono anni che giro per questo spazio che non cè

e mi accorgo che è davvero una questione generazionale le 40/50 enni che qui scrivono hanno cominciato come me da quarantenni e sono disilluse nella vita e nel proprio profilo lo denunciano, e alcune diventano amare e tristi … denunciano sofferenze inenarrabili e strazi di anime e lacrime per qualche principe non proprio azzurro ( direi proprio marrone stronzo ) che si è presentato in skipe e ha parlato fra un pannolino e la finale della champions e dopo qualche incontro ( causa la moglie, la distanza, i figli, il lavoro, le sigarette, la spazzatura ecc, ecc. ma molto più semplicemente l’incontro con una quarantenne annoiata appena contattata ) è sparito.

Grandi amori non possono nascere qui dentro a quest’età, ma è importante crederci evidentemente, altrimenti come si giustificherebbero certi messaggi o certe incacchiature ?? quello che non capisco è perchè debbano rimetterci quelli che come me arrivano dopo, io ho aperto ora il profilo e ora entro in contatto, che c’entro io con tutte le disillusioni, i guai, le prese per il culo, io sono qui ora e sono una persona diretta e sincera e non voglio sapere di storie che non mi riguardano, tantomeno di lacrime di soffernza che consolano.

Ci sono per fortuna DONNE meravigliose che sanno vivere la propria età e viversi le proprie emozioni, che sanno rapportarsi e sognare, che non vivono come se tutto dipendesse da una risposta e non si abbandonano al proprio recente passato crudele che le ha private oggi del loro amore meraviglioso, DONNE che sanno rinunciare e che con fatica reprimono un volo che le costringerebbe ad abiurare il loro ruolo di mamme o di mogli e sanno mettere da parte la loro parte migliore, per essere sì tormentate ma ferme nel loro essere DONNA

Poi ci sono donne che sbavano per un nuovo amore che le più nemmeno conoscono se non attraverso una foto ( perlopiù falsa ) dovuto ad alcuni messaggi o una descrizione altrettanto pattaccara, vivono il presente  sognando futuri incontri a cui molte volte nemmeno si presentano o negano che il più delle volte è semplicemente motivato  dalle cazzate che questi ometti hanno scritto e che per lo più sono balle  che a loro volta non sanno più come presentarsi e si difendono nell’impossibilità di un incontro e credono di aver vissuto o fatto vivere una passione bruciante, e si grogiolano come novelli playboy, mentre sono riusciti solo a far masturbare il cervello di queste donne a metà davanti ad un monitor e alla lunga il tipo trova altro e sparisce lasciando lacrime false pronte ad asciugarsi velocemente …

MI sono capitate mille tipe di questo genere e inevitabilmente quando dico come la penso divento un insensibile che spara giudizi, ma non sono quelle che più mi fanno sorridere quelle che davvero trovo esilaranti sono le imitatrici dei romanzetti sadomaso in voga o quelle Alberto Noschese dei poveri nelle situazioni  di dominazione, delle poverette che dal primo all’ultimo post o messaggio si raccontano e parlano sempre della stessa cosa … sono di una noia mortale, faccio un esempio: se io amassi raccontare di come amo infilarmi nel culo un cactus spinoso ( prima cosa che mi viene in mente di strano o particolare )  sarei interessante per le prime dieci righ ( per chi voglia farsi una risata o una tesi di psicologia ), ma pure quanti fossero interessati per i più svariati motivi, dopo una serie di post in cui racconto sempre la stessa cosa sarei di una noia assordante … e mi preoccuperei della sanità mentale e del fatto che qualcuno trovasse interessante queste mie sodomizzazioni dolorose ..  anche condendo le mie avventure di particolari che sono la fortuna di pubblicitari di bassa lega, posso vestirmi Versace e girare su auto lussuosissime, andare per party elegantissimi e travestirmi da manager … ma alla fine sempre di un cactus che mi infilo in culo parlo … insomma sarà una cosa divertente per queste/i farsi calpestare l’ego o farsi bastonare a sangue … ma dopo che lo hai scritto una volta, che palle !!!! e goditela da solo/a sta manfrina.

E poi c’è la categoria che trovo più strana e ci casco sempre, qualche messaggio e poi tac, ecco la sparata quanti anni hai e che cerchi ?? dopo che hanno messo in risalto nel loro profilo  che sono domande cretine  e vorrebbero ironia e innovazione e alla risposta di come mi chiamo e chi sono e che faccio diventa una gara a chi sa sedurre e mollare prima che l’altro lo faccia ecchecazzo … un po’ di variante … aspettate almeno che mi esponga uffa … sono già stato mollato dieci volte in un mese e ho ricevuto più due di picche che nei film Il romanzo di un baroUn dollaro d’onorePosta grossa a Dodge CityLa stangataCincinnati KidMaverickLa casa dei giochi; e il più recente Shade, senza dimenticare  Continuavano a chiamarlo Trinità e  Regalo di Natale e La rivincita di Natale..

ma almeno se questo è il duello che si svolge di preferenza qua sopra, almeno ditelo, che voglio essere il due di picche più veloce del nordest Italia

 

 

ESSERE O APPARIRE

4001336

 

questo post nasce dopo un lungo conflitto interiore dovuto al fatto  se scriverlo o meno …

devo ringraziare due persone ( che nemmeno si conoscono fra loro ) che me lo hanno fatto notare in msg privati nonchè ad atteggiamenti che poi ho ritrovato  e poi  lo devo almeno a me quello che scriverò, allora :

Mi spiace che ci siano persone che mi leggono e non mi commentano, ma sono prodighi/e di giudizi lapidari  in maniera privata senza che io sappia chi o casa sono ( merda ) mi spiace che, sopratutto i profili femminili  quando appaiono nel profilo o interagiscono con me ricevono messaggi di ex mie corrispondenti o presunte tali o  di persone che affermano di conoscermi benissimo, che le disturbano con rassicurazioni sulla mia mala fede o su mie capacità di manipolazione mentale …  e mi spiace che ci sia chi si prende questa briga fanciullesca e cretina di leggermi o giudicare senza apparire e senza il coraggio di mettere opinioni in maniera pubblica sopratutto a me, dispiace sopratutto che qualche cretina poi ci creda e non mi chieda lumi direttamente e si comporti esattamente come una perfetta imbecille …

Mi scuso anticipatamente con quanti /e  riceveranno questi messaggi  e voglio dare rassicurazioni su di me o delle precisazioni su quello che dico o sono … del resto  basta scrivermi … comunque rimango basito e vado avanti …

Una sola precisazione a cui tengo, visto che vengo letto in maniera anonima e criticato in maniera vigliacca, io continuerò a scrivere  e mi piace restare quassù, non sono un seriale conquistatore  o suino da chat e mantengo intatti i miei valori e propositi

Buonissima giornata a tutti/E anche ai codardi

L’uomo coraggioso  muore una volta sola, i codardi tutti i giorni